Melone chiama estate

L’estate è finalmente arrivata e con lei anche il melone, re indiscusso della stagione calda. Il melone è un frutto delizioso, dolce, ideale da gustare nelle afose giornate estive per dissetarsi.

Come consumarlo?

Questo frutto è ricco di nutrienti, può offrire una serie di benefici per la salute ed è delizioso. Può essere aggiunto alle insalate e alle macedonie o può essere consumato frullato.
Puoi trovarlo già pronto al consumo nelle vaschette di frutta fresca FruEat,  proposte in pratiche confezioni monoporzione da portare sempre con te.  Accanto a kiwi giallo e pomelo, infatti, trovano spazio cocco, anguria, melone e agrumi. Per regalare tanto gusto in più e l’allegria dei colori vitaminici estivi!

I plus dei prodotti Frueat

Il taglio a mano dei prodotti Frueat ne rallenta l’ossidazione, mantenendo la frutta fresca e asciutta nella sua pratica confezione richiudibile, garantendo la migliore conservazione del prodotto. Le pratiche forchettine, presenti all’interno della vaschetta e igienicamente protette, consentono di avere sempre a portata di mano il sapore delle migliori materie prime che la stagione ci offre!

Varietà di melone da provare

Ecco alcune varietà di melone che devi aggiungere alla tua dieta:
 Galia: all’esterno si presenta giallo con un interno carnoso bianco e verdastro. Oltre ad essere delizioso, è ricco di vitamina C e sostiene il sistema immunitario.
 Cantalupo, conosciuto anche come Melone Retato: una varietà di melone disponibile in tutto il mondo. Conosciuto anche come rockmelon, è ricco di vitamine, minerali e altri micronutrienti essenziali.
 Casaba: si presenta giallo esternamente, con un interno carnoso bianco. Succoso, dolce, rinfrescante e nutriente. Ottimo come sano spuntino estivo.

 

Conosci altre varietà di melone? Scrivicelo in privato attraverso i nostri canali social Facebook e Instagram.

Cara Pera Angys, ci rivediamo a Dicembre

Con la sua bella silhouette rotonda ricoperta da una buccia ramata, i suoi aromi profumati e la sua polpa succosa, la pera Angys è una pera tardiva, con una buona conservazione. La polpa è fine, succosa e dolce su fondo acido. Beneficia sia delle sue notevoli qualità gustative che delle sue eccezionali proprietà di conservazione.

La pianta della pera Angys: raccolta e maturazione

La coltivazione della pera Angys racchiude alcuni dei punti di forza di questa varietà. Il pero Angys è infatti una pianta con buona resistenza alle malattie più diffuse e in grado di adattarsi a diverse fasce climatiche (in Italia è coltivata nella zona della pianura Padana, tra Emilia e Veneto). Un altro segreto del suo successo è la stagionalità: la raccolta avviene in autunno inoltrato e con la maturazione l’entrata in commercio avviene a ridosso dell’inverno, nel mese di dicembre. Questo significa che, grazie all’elevata capacità di conservazione della pera Angys, essa si configura come una varietà tardiva di lunga durata ed è a disposizione dei consumatori fino alla primavera avanzata.

Pera Angys: come riconoscerla

Quali sono le sue principali caratteristiche? Ci sono alcuni particolari che immediatamente la rendono riconoscibile a prima vista:
la ceralacca sul picciolo della pera, un vezzo estetico ereditato dalle pere Decana che riprende un’antica usanza del mondo contadino per prolungare la durata dei frutti (scopri di più sulle pere con la ceralacca);
il colore della buccia bronzo-dorato, altro motivo per cui Angys è soprannominata la Regina delle pere, che si contrappone invece al bianco intenso della polpa;
la pezzatura medio-grande e la forma tipicamente tondeggiante, altri elementi distintivi di questa varietà.

Spreafico produce e distribuisce Angys in Italia

La pera Angys in Italia è prodotta e distribuita da Spreafico. Spreafico è un’azienda integrata, partner affidabile e professionale nel settore ortofrutticolo italiano. L’attività di Spreafico copre tutte le fasi della filiera ortofrutticola, dalla produzione alla commercializzazione.

 

Macedonia Frueat, l’idea perfetta in una calda giornata d’estate

La macedonia, composta da frutta fresca, è decisamente il perfetto “dessert” estivo o una valida opzione per il brunch! Una grande varietà di frutta fresca, succosa e colorata renderà ogni pasto piacevole e… bello da vedere! Può essere anche il modo perfetto per iniziare la tua giornata! Cosa aspetti? Prova subito le macedonie Frueat pronte al consumo. Goditi il gusto dell’estate, con la tua frutta preferita! L’idea perfetta in una calda giornata di sole.

Una macedonia Frueat in ogni momento della giornata

Che tu stia rilassandoti a bordo piscina, grigliando in giardino o prendendo il sole in spiaggia, la macedonia Frueat di frutta fresca sarà la tua “compagna di viaggio” preferita dell’intera stagione! Non perderti questa delizia. Le macedonie diventeranno uno dei tuoi piatti preferiti, grazie alla loro leggerezza e al sapore succoso, fruttato e dolce.

Un’idea salutare!

Una semplice macedonia può rivelarsi rinfrescante e nutriente al tempo stesso, se preparata con ingredienti scelti e frutta rigorosamente fresca e controllata. La linea Frueat nasce proprio dalla scelta di ingredienti freschi e colorati, per iniziare con grinta la tua giornata.
Le numerose varianti proposte soddisfano tutti i palati, sia che si tratti di combinazioni di più frutti sia di uno soltanto… È vero, una macedonia estiva può essere preparata con il minimo sforzo, ma il gusto diventa ancora più buono se la macedonia è già pronta al consumo. Approfitta della selezione di frutta lavata e tagliata a mano, disponibile in diversi formati dotati di pratica forchettina.

Come condire una macedonia?

Diamo una rapida occhiata a ciò di cui avrai bisogno per il condimento di una macedonia:

• miele – Puoi anche usare lo sciroppo d’acero. Hanno entrambi un ottimo gusto e una consistenza simile!
• succo d’arancia – Fresco è decisamente migliore. Avrai bisogno di circa ½ arancia.
• succo di lime  – Anche il succo di lime (o al massimo del limone!) è un’ottima opzione.

 

 

 

Gambe leggere mangiando ananas: ecco come prepararci all’estate!

Vivace e dolce, ma al tempo stesso anche aspro: l’ananas sa come conquistarti grazie alla sua polpa ricca e succosa. È un frutto tropicale incredibilmente delizioso e salutare. È ricco di sostanze nutritive, antiossidanti ed enzimi, che possono proteggere da infiammazioni e malattie. Viene comunemente consumato appena tagliato oppure al forno o alla griglia.
L’ananas e i suoi composti sono collegati a numerosi benefici per la salute, inclusi miglioramenti nella digestione.

Un po’ di storia

Si tratta di un frutto antichissimo, visto per la prima volta da Cristoforo Colombo nel 1493 a Guadalupa. La storia racconta che Cristoforo Colombo riportò il frutto caraibico in Europa in quello stesso anno.
A causa della superficie appuntita gli spagnoli lo chiamarono “pina”, dal nome della “pigna” (da qui “pineapple” in inglese). I portoghesi invece, insieme ad altri europei, presero il termine caraibico “nana” e lo chiamarono “ananas”.

Alleato del metabolismo

Grazie all’enzima bromelina, l’ananas si rivela essere un ottimo alleato quando si cerca di bruciare qualche caloria. Ottimo per il metabolismo, infatti, aiuta a metabolizzare le proteine, che a loro volta aiutano a bruciare il grasso addominale in eccesso.

Una buona fonte di fibre

Oltre ad essere un’ottima fonte di vitamina C e manganese, la polpa dell’ananas è anche una buona fonte di fibre che tendono a indurre un senso di sazietà, aiutando a ridurre eventuali abbuffate golose.

Difficile da tagliare? Grazie a Frueat puoi trovarlo lavato, tagliato e pronto al consumo

L’ananas, fresco e dissetante, è l’ideale per uno spuntino sfizioso, senza preoccuparsi delle calorie! L’accuratezza del taglio manuale e la grande attenzione riposta nelle varie fasi della produzione, che Spreafico cura in ogni minimo dettaglio, rendono l’ananas di Frueat impeccabile, nella forma e nel sapore.
Per meglio incontrare tutte le diverse esigenze dei consumatori, l’ANANAS FruEat viene proposto in svariati formati: a cubetti, a rondelle, nel mezzo tronchetto e nel tronchetto intero, già tagliato a fettine.
Scopri di più

La frutta Spreafico conquista la stampa milanese

Uno showroom di oltre 600 metri quadrati ad alto tasso di design ed ecosostenibilità. Uno showcooking live con uno chef di alto livello. Esperienze da vivere durante tutta la giornata: video, make up experience, degustazioni, fashion feel & touch. L’anticipazione a giornalisti, coordinamenti editoriali, influencer e blogger delle novità moda, beauty, design, food e vini. Tutto questo è stato il MAP Day #MAPVeryPeri del 31 marzo a cui ha partecipato anche Spreafico con una gamma diversificata di frutta e verdura.

IL SET UP

Il fil rouge è stato il Very Peri, il colore dell’anno 2022: allestimento, set up e props sono stati ispirati da questo colore, donando alla scenografia una magica atmosfera. Maxi video wall e schermi al plasma hanno proiettato video immagini ispirati al concept dell’evento, insieme a immagini dei brand presenti.

GLI OSPITI

Sono intervenuti oltre 200 ospiti di stampa, tv, influencer e talent dei settori moda, beauty, design, food, wine dei più importanti gruppi: Condé Nast, Hearst, Manzoni, RCS, Cairo, Universo, Rai, Mediamond, Sky, IlSole24Ore, Class, S. Paolo.
Una copertura social di grandissimo impatto per tutti i brand presenti, grazie a contenuti Instagram e Tik Tok e dirette fatte dagli influencer presenti.

IL CORNER SPREAFICO

 

Frutta e verdura di stagione: sono più nutrienti?

Frutta e verdura sono parti importanti di una dieta sana e sostenibile, poiché ci forniscono vitamine, minerali e fibre alimentari essenziali. A tale proposito, sentiamo sempre più spesso il consiglio di mangiare prodotti di stagione; ma quanto influisce effettivamente la stagionalità su ciò che noi portiamo in tavola ogni giorno?

Frutta e verdura di stagione sono più nutrienti?

Il valore nutritivo di frutta e verdura di stagione è più alto subito dopo la raccolta e diminuisce poi nel tempo. Solitamente, una volta che frutta e verdura sono state raccolte, vengono trasportate e conservate nei magazzini per ridurre il deterioramento e mantenere così la loro qualità nutrizionale.

Tre motivi per mangiare frutta e verdura di stagione

Hanno un sapore migliore

I prodotti di stagione sono più freschi e hanno un sapore migliore. Quando frutta e verdura vengono raccolte per il consumo, dopo essere maturate naturalmente sulla vite o sull’albero, e vengono raccolte al momento giusto avranno molto più sapore e proprietà nutritive.

Più fresche e con un valore nutritivo più elevato

È più probabile che i prodotti acquistati in stagione siano più freschi (se consumati vicino alla raccolta). Ciò significa che appariranno più brillanti e vivaci. Non solo: saranno caratterizzati da un valore nutritivo più elevato, per esempio antiossidanti come la vitamina C, i folati, i caroteni (che diminuiranno se conservati per lunghi periodi di tempo).

Supporta i bisogni nutrizionali naturali del tuo corpo

In inverno la natura ci fornisce prodotti (per esempio gli agrumi) ricchi di vitamina C, molto importante per prevenire infezioni come raffreddore e influenza. Le verdure invernalisono perfette per stufati, zuppe e altri pasti riscaldanti. I cibi estivi. invece, ci forniscono solitamente beta-caroteni e altri carotenoidi extra, che ci aiutano a proteggerci dai danni del sole. Ci forniscono anche prodotti gustosi per fresche insalate estive.

 

Continua a seguire Spreafico sui canali social Facebook e Instagram

Pera Angys, la regina delle pere. Dolce e succosa, si conserva più a lungo

Prodotta in Italia nel rispetto dell’ambiente e senza l’impiego di trattamenti per la conservazione, la pera Angys è una qualità di pera straordinariamente longeva: puoi trovarla di stagione da dicembre a maggio in tutti i migliori punti vendita.
Si distingue per la sua produzione 100% italiana, coltivata in collaborazione con 55 produttori dislocati tra l’Emilia Romagna e il Veneto e si conserva per mesi naturalmente.

Quali sono le principali qualità della pera Angys?

Ha una polpa fine, fondente, succosa, estremamente dolce e molto aromatica.
È coltivata in Italia in modo naturale e sostenibile e non subisce trattamenti successivi alla raccolta.
Si conserva per mesi: mantiene tutte le sue caratteristiche di sapore per molti giorni e non si ossida nelle preparazioni fredde in cucina.

Come preparare piatti e dolci con le pere?

Antipasti, contorni, dolci, insalate, primi e secondi: in cucina ci sono numerose ricette che possono essere realizzate con la pera Angys.
Scopriamole insieme:

BOCCONCINI DI POLLO CON PORRI, PERA E PINOLI TOSTATI

PASTA CACIO E PEPE CON LE PERE

TAGLIATA DI MANZO CON INSALATINA DELL’ORTO E PALLINE DI PERA AL CACAO

CIAMBELLA DI PERE E CIOCCOLATO

La pera Angys in Italia è prodotta e distribuita da Spreafico

Qual è la stagionalità delle mele?

Alla domanda “Le mele hanno una stagionalità?”, rispondiamo “Sì… tutte!”. È sempre il momento giusto per gustare delle ottime mele, prodotte e distribuite da Spreafico in un pratico formato. Quale? Scopriamolo insieme.

LA LINEA FRUEAT

Le mele sono fra le protagoniste assolute della linea FRUEAT, brand prodotto e confezionato da Spreafico che offre frutta fresca di qualità, pronta da gustare, in ogni occasione. Una linea di frutta tagliata e pronta al consumo, disponibile in pratiche vaschette dotate di forchettina.

QUALI PRODOTTI FRUEAT ACQUISTARE?

Le macedonie e i tris di frutta sono in assoluto i mix più richiesti dagli amanti delle mele. Freschi assortimenti gustosi, da portare sempre con sé, per spuntini veloci o merende sane.

UNA MELA AL GIORNO TOGLIE IL MEDICO DI TORNO?

Alle mele sono stati ricollegati numerosi benefici per la salute, tra cui il miglioramento del benessere dell’intestino o la riduzione del rischio di ictus, ipertensione, diabete, malattie cardiache, obesità… E se ti piacciono le varietà aspre e dalla buccia verde, puoi ritenerti fortunato/a perché si tratta dei frutti più nutrienti.

ACQUISTARE MELE TUTO L’ANNO

Solitamente le mele vengono raccolte tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno; tuttavia, è possibile acquistarle fresche nei negozi praticamente tutto l’anno. Ciò è dovuto alla conservazione in atmosfera controllata, che aiuta a mantenere costanti le condizioni specificate.

FRUTTA A SCUOLA

I prodotti di quarta gamma Frueat offrono un’esplosione di sapori e profumi che conquistano un assaggio dopo l’altro. Il formato di ogni confezione si presta per essere portato direttamente da casa e dà ai bambini la possibilità di gustare la merenda sul momento.
(leggi Merenda sana per bambini: un’idea da portare a scuola)

Frutta di stagione, cosa scegliere a Febbraio oltre ai pistacchi?

La stagione invernale mette a disposizione alimenti nutrienti dalle preziose proprietà, perfetti per affrontare i mesi più freddi con energia e benessere. L’assortimento dei sapori è vario, pertanto è possibile scegliere svariati prodotti di stagione per soddisfare tutti i gusti e mantenere, al tempo stesso, una dieta bilanciata e gustosa.

Frutta di stagione: pistacchi e non solo

Per quanto riguarda la frutta, Febbraio è conosciuto come il mese degli agrumi – arance, bergamotto, cedro, clementine, limoni, mandarini – ma anche kiwi, mele, pere e frutta secca. Cibi ricchi di vitamine, nutrienti e mineralizzanti adatti per creare ricette gustose.

Curiosità: sapevi che il 26 febbraio si celebra la giornata mondiale del Pistacchio?

Ecco un’idea originale da ripetere in cucina:

Tagliatelle al pesto di pistacchi
Ingredienti:
Pistacchi (Spreafico)
Parmigiano
Aglio
Olio d’oliva
Scorza di limone
Sale
Pasta
Cuoci la pasta in una pentola capiente di acqua salata. Riserva 1 tazza di acqua di cottura prima di scolare.
Mentre la pasta cuoce, prepara il pesto. Trita grossolanamente i pistacchi per ottenere una granella gustosa.
Aggiungi 10 grammi di basilico fresco, 75 grammi di parmigiano, 2 spicchi d’aglio, 120 ml di olio d’oliva, ½ cucchiaino di sale, scorza di 1 limone (q.b.).
Versa tutti gli ingredienti in un frullatore, fino ad ottenere un composto omogeneo.
Aggiungi il pesto in una pentola calda (non sul fuoco), manteca la pasta cotta e aggiungi l’acqua di cottura riservata, poco alla volta, fino a raggiungere la densità desiderata.
L’acqua di cottura della pasta aiuterà il pesto ad attaccarsi al pesto.
Servi il piatto guarnendo il tutto con un po’ di parmigiano grattugiato e con pistacchi tritati.

 

Agrumi invernali

Febbraio è uno degli ultimi mesi utili per mangiare agrumi tipicamente invernali. Arance, mandarini, clementine, pompelmi e limoni sono ideali come spuntini, ma anche frullati in ricchi centrifugati, affettati in insalata o utilizzati per condire i tuoi piatti.

Kiwi in abbondanza

Febbraio è il mese ideale per consumare kiwi che, insieme all’importante apporto di vitamina C, regalano vitamina E in buone quantità e abbondanza di sali minerali.
Sapevi che Spreafico produce e distribuisce kiwi da decenni, riuscendo a garantire la migliore qualità per Frueat, con il plus del taglio manuale? Scopri di più, clicca qui.

Limone, Bergamotto, Cedro: conosci le differenze?

Che differenza c’è tra bergamotto e limone? E tra limone e cedro? È importante saper riconoscere gli agrumi in base alle loro differenze morfologiche, sensoriali e proprietà benefiche. Andiamo dunque alla scoperta di tre agrumi, che al termine di questo articolo imparerete a riconoscere velocemente.

LIMONE

Partiamo dal più noto e più utilizzato: il limone. Nasce da un albero da frutto, è liscio e con scorza sottile. Si tratta di un agrume dotato del classico colore giallo, che può variare verso il verde in base varietà e maturazione. Ha numerose proprietà benefiche sul nostro organismo, grazie all’elevato contenuto di vitamina C e ad alcuni antiossidanti naturali. Può essere utilizzato spremuto fresco sulla frutta, per evitare che si ossidi. La sua buccia, se strofinata o grattugiata, è rilascia un piacevole aroma fresco.

 

BERGAMOTTO

Il bergamotto è aspro e amaro, almeno quanto il limone, ma la sua forma è diversa. Tondeggiante, qualche volta sferico, presenta una buccia liscia e spessa che va dal verde al giallo con il progredire della maturazione. Somiglia più a un pompelmo ma rispetto a quest’ultimo presenta una buccia irregolare. Il suo profumo è più intenso rispetto al limone e il suo succo è vitaminizzante, dato l’elevato contenuto di vitamine C, B1, B2 che migliorano l’assorbimento del ferro.
In cucina qualcuno lo grattugia su primi piatti freddi, altri preferiscono il succo.

 

CEDRO

Il cedro è un frutto di colore giallino. La sua forma è pressoché ovale, con una leggera protuberanza al peduncolo. La buccia è ruvida e spessa, tanto da costituire il 70% del frutto circa. Dato che è scarsamente utilizzabile come frutto fresco, viene impiegato in particolare per la preparazione di bibite analcoliche e frutta candita. La caratteristica più importante del cedro è quella di produrre frutti completamente dolci o completamente agri.

***

Spreafico è nata nel 1955 e rappresenta un gioiello tra le principali aziende integrate nella filiera ortofrutticola italiana, nella quale con 300 mila tonnellate di frutta e verdura distribuite all’anno è in posizione di leadership. Scopri di più: https://www.spreafico.net/it/chi-siamo

Innamorati del Passion Fruit, noto anche come frutto della passione!

Credete che mangiando il frutto della passione vi innamorerete della prossima persona che incontrerete? Questo non possiamo assicurarlo ma di certo sarete sedotti dal profumo e dalla polpa succulenta di questo superfrutto dalle numerose proprietà.
Sebbene sia noto, infatti, come uno dei frutti più profumati, questa prelibatezza tropicale è anche ricca di benefici per la salute, che rendono il passion fruit un’aggiunta eccellente alla vostra dieta.

Da dove proviene il frutto della passione

Il passion fruit cresce sulla Passiflora edulis, una pianta della famiglia delle Passifloracee, originaria del Sudamerica. Si tratta di un superfrutto acidulo, dolce e profumato. L’interno carnoso contiene semi croccanti, commestibili e ricchi di fibre.

Come utilizzare il frutto della passione in cucina

Il suo sapore esotico lo rende interessante in cucina. Si può berne il succo, mangiarne la polpa o ancora utilizzarlo per realizzare delle gustose marmellate. Sia la polpa che il succo vengono utilizzati inoltre per la preparazione di gelatine, salse, insalate, prodotti da forno, yogurt, dessert e liquori.

Come tagliarlo correttamente

Solitamente si suggerisce di attendere la maturazione del passion fruit, ovvero il momento in cui la buccia del frutto si increspa leggermente, cambia colore da giallo verdastro a brunastro e si ammorbidisce. A questo punto il frutto diventa commestibile e facilmente utilizzabile.
nformazioni, guarda il nostro tutorial.

Quanto passion fruit posso mangiare al giorno

Una porzione di frutto della passione al giorno fornisce un quarto del fabbisogno giornaliero di potassio del corpo, che rilassa i vasi sanguigni e aumenta il flusso sanguigno, riducendo la pressione sanguigna e migliorando la salute cardiovascolare.

Quali sono le proprietà del frutto della passione

Il passion fruit è ricco di vitamina A, C e betacarotene dal grande potere antiossidante, essenziale per il rigeneramento cellulare. È efficace nella cura della pelle e contro le infezioni batteriche. Infine, è l’alleato ideale per drenare, stimolare la diuresi e smaltire i liquidi in eccesso.

In quale linea prodotta e distribuita da Spreafico è presente

Il frutto della passione è un’eccellenza che appartiene alla linea èSquisita, la linea esotica che viene accuratamente selezionata nella varietà, nell’origine, nel calibro e nel grado di maturazione secondo precisi canoni qualitativi, per offrire sempre al consumatore una linea esotica che non sia soltanto gustosa, ma che garantisca anche piacere e benessere.

 

Scopri altre ricette nella sezione dedicata

Realizza i tuoi centrotavola natalizi a base di frutta

I centrotavola natalizi sono idee molto semplici che ti aiutano a decorare la tua tavola di Natale in modo originale e al tempo stesso ti offrono diverse occasioni per stupire i tuoi ospiti. Riescono ad apparire eleganti e sobri a prima vista, pur essendo fatti con materiali diversi e originali. Hai mai pensato di realizzare centrotavola natalizi a base di frutta?

La giusta frutta, per esempio, combinata con elementi natalizi, può essere la soluzione ideale per un centrotavola da sogno. Per le prossime feste natalizie, porta in tavola una composizione di frutta invitante. Glassare o essiccare la tua frutta è davvero facile, specialmente se sei un fan dello stile naturale e “rustico”. Aiutati con colla e spago, per le tue decorazioni natalizie.

Quale frutta scegliere per allestire la tavola di Natale?

Gli agrumi sono spesso usati come decorazioni per la tavola di Natale, perché sono un ottimo modo per dare un tocco di colore al tuo allestimento.

Centrotavola natalizi con Frutta Secca o Essiccata

Taglia gli agrumi a fette. Posizionale direttamente sulle griglie del forno e lasciale asciugare lentamente, alla temperatura più bassa. Se non sono abbastanza asciutti puoi estrarli e lasciarli in un luogo caldo, per esempio un davanzale soleggiato o un termosifone. Una volta che la frutta è completamente asciutta puoi verniciarla e cospargerla di glitter, a tuo piacimento, se lo desideri. Conserva la frutta essiccata in un contenitore ermetico, aggiungi un po’ di riso per assorbirne l’umidità.

Centrotavola natalizi con Frutta Glassata

Sperimenta la glassa con diversi tipi di zucchero semolato, in modo da ottenere un grado di ruvidezza davvero soddisfacente. Se trovi che la copertura di zucchero ottenuta è troppo densa, lascia asciugare completamente la frutta e poi risciacquala, fino a quando le tue decorazioni per la tavola di Natale ti sembreranno perfette. Una volta asciutta, disponi la frutta sulla tavola natalizia.

Centrotavola natalizi con Frutta Esotica

Pitaya, Physalis, litchies, Rambutan, Avocado, Granadilla e Passion Fruit sono solo alcuni degli esempi di frutta esotica ideali per realizzare un centrotavola natalizio a base di frutta.
Bella alla vista e particolare nella forma e nel colore, la frutta esotica può essere utilizzata come segnaposto se intera o come decorazione per la vostra tavola delle feste.

Vitamina C, quali frutti la contengono?

La migliore fonte alimentare di Vitamina C è la frutta fresca. Mangiare una considerata varietà di questi cibi salutari può aiutarti a soddisfare i tuoi fabbisogni quotidiani.
Solitamente se si pensa all’assunzione di questa Vitamina, il primo frutto che viene in mente è l’arancia. In realtà esistono altri cibi che forniscono più Vitamina C rispetto al più comune agrume. Ne sono un esempio frutti come kiwi, litchi e papaya. Il corpo umano non può produrre o immagazzinare la vitamina in questione, pertanto è essenziale consumarla e assumerla regolarmente in quantità sufficienti.

Sai cos’è la Vitamina C?

È una vitamina idrosolubile che si trova in numerosi alimenti, in particolare frutta e verdura. È nota per essere un potente antiossidante e ha effetti positivi sulla salute della pelle e sulla funzione immunitaria. Il corpo umano non può produrre o immagazzinare Vitamina C, pertanto è essenziale consumarla e assumenrla regolarmente in quantità sufficienti.

Quali frutti la contengono?

Il kiwi
Originario della Cina e oggi coltivato in Italia e nelle regioni tropicali di tutto il mondo, il kiwi contiene una concentrazione di Vitamina C più elevata di quella di un’arancia (in media 70 mg). Alcuni studi hanno dimostrato che un kiwi ricco di questa Vitamina può aiutare a ridurre lo stress ossidativo, abbassare il colesterolo e migliorare le difese immunitarie.

Il litchi
Il litchi è un frutto ricco di fibre e di altre sostanze nutritive. Anch’esso fornisce un maggiore apporto di Vitamina C rispetto alla più classica arancia. È un frutto da tenere sempre in considerazione nella propria dieta, se si è alla ricerca di potassio, magnesio, calcio e folato.

La papaya
La papaya, la cui polpa può variare dal colore giallo chiaro all’arancione scuro, è priva di grassi mentre è densa di fibre alimentari e Vitamine A e C. La papaya, originaria in particolar modo del Sud America, fornisce quasi 90 mg di Vitamina C (in una tazza) e aiuta lo sviluppo della memoria.

Merenda sana per bambini: un’idea da portare a scuola

Cerchi uno snack nutriente, una merenda sana per bambini che, i tuoi bimbi o nipoti, possano portare a scuola? Un’ottima idea potrebbe essere una porzione di frutta fresca, per una scelta consapevole e sostanziosa.

Spesso il concetto di “merenda sana” ci porta alla mente esempi di cibi poco gustosi, ma ci sono tante idee stuzzicanti da proporre ai più piccoli.

Frutta è sinonimo di colore, freschezza, gusto e divertimento, così per noi deve essere la merenda per i bambini. Ma come coinvolgere e far apprezzare loro questa tipologia di merenda? È possibile promuovere una sana alimentazione con idee che spaziano dall’impiattamento originale creando figure simpatiche, fino a viaggiare per il mondo scoprendo i sapori di frutta proveniente da altri Paesi.

 

Quale frutta portare a scuola?

La merenda è un modo per far conoscere ai bambini tanti cibi diversi, forse alcuni meno pratici da preparare e conservare. Non temete, abbiamo un consiglio per non farvi impazzire nel tagliare e preparare la merenda ai bambini!

Grazie alla varietà di ricette e ai diversi abbinamenti proposte da FruEat, linea di quarta gamma Spreafico, scoprire gusti nuovi e alternare le diverse tipologie di frutta proponendo una merenda sana sarà un gioco da ragazzi!

Ananas, mango, cocco, mela, pera sono solo alcuni esempi della frutta fresca FruEat che ogni giorno viene controllata, lavata, tagliata a mano da persone esperte e confezionata in pratici bicchierini o vaschette che vi permetteranno di gustare una merenda sana dove volete e in qualsiasi momento della giornata anche a scuola. Preparare e mangiare frutta non è mai stato così facile.

Vedrete che così anche i più piccoli ameranno la frutta e si abitueranno a sapori differenti imparando ad apprezzarli.

 

Gustami così

I prodotti di quarta gamma Frueat offrono un’esplosione di sapori e profumi che conquistano un assaggio dopo l’altro. Il formato di ogni confezione si presta per essere portato direttamente da casa e dà ai bambini la possibilità di gustare la merenda sul momento. Frutta pronta, presentata in un pratico pack, pensato per le esigenze dei più piccoli e non solo!

 

Frutta fresca a scuola

La proposta di frutta nelle scuole rientra in un programma governativo di promozione del consumo di ortofrutta, che coniuga attività educative, salutistiche e informative.

I programmi scolastici promuovono una dieta sana, attraverso il consumo settimanale di frutta da parte degli studenti: l’adozione di frutta di stagione nelle scuole, infatti, è una sostanziale opportunità per migliorare la loro salute.

Alcune scuole chiedono ai bambini di portare con sé frutta da gustare durante l’intervallo, altre invece forniscono direttamente prodotti freschi di stagione. In entrambi i casi, l’intervallo scolastico a base di frutta è un ottimo espediente per incoraggiare i bambini a consumare sempre più prodotti freschi di qualità, non solo a scuola ma anche a casa.